28 febbraio 2018

Frolla con farina di riso integrale, miglio bruno e olio di mandorle

Questa frolla è nata per caso. 
Volevo fare la ricetta di certi biscotti famosi che mi piacevano tanto e ho ottenuto una frolla che non c'entra niente, ma talmente buona che l'ho già rifatta un paio di volte.
L'ho sperimentata facendo dei biscotti (che più passano i giorni e più diventano buoni!), 
una crostata con la marmellata e delle crostatine alla nutella 
(questa frolla è perfetta con la nutella, molto meglio della classica frolla al burro, che per me come insieme diventa nauseante...).
Provatela e poi ditemi se vi piace la mia frolla rustica e profumata :-)

Avete visto che è uscito il mio libro sui lievitati con farine naturalmente prive di glutine???
Bocconcini, pane, pagnotte, pancarrè, focacce, focaccine, pizze e pizzette!!


Ingredienti (per circa 40 biscotti o una crostata di 26 cm):
190 gr farina di riso integrale
80 gr di farina di miglio bruno
30 gr di amido di tapioca
70 gr di zucchero di canna (più altro da mettere sopra per i biscotti)
1 uovo medio
10 gr di miele (potete ometterlo se vi piace il biscotto poco dolce)
50 gr di olio di mandorle o di sesamo
30gr di acqua

Procedimento:
mettete tutti gli ingredienti nella planetaria, nell'ordine indicato, e avviatela con la foglia a bassa velocità. Alzate a velocità media e, quando l'impasto inizia a compattarsi, abbassate nuovamente la velocità. Dovete ottenere un panetto liscio e omogeneo.

Stendete l'impasto su una spianatoia spolverizzata di farina di riso finissima e fate i biscotti della forma che più vi piace o una crostata con nutella o marmellata, a seconda del vostro gusto.

Per i biscotti, cospargeteli con zucchero di canna e cuoceteli a metà livello del forno preriscaldato a 180° per 15 minuti.

Per la crostata cuocetela al secondo livello del forno preriscaldato a 200° per 30 minuti (per quella alla nutella tenete la temperatura più bassa, 190°).

Lasciate raffreddare su una gratella. I biscotti conservateli in una scatola di latta.








Nessun commento:

Posta un commento